Un anno straordinario

Di più
05/01/2013 17:16 - 31/03/2015 17:24 #35 da G. Tonelli
G. Tonelli ha creato la discussione Un anno straordinario

Un anno straordinario con il bosone di Higgs [/size]


Cari ragazzi,

quello che e' appena trascorso e' stato per noi un anno straordinario. Vi confesso che tutt'ora, certe volte, quando mi sveglio la mattina, devo fare un esercizio di razionalita': mi chiedo se e' avvenuto davvero, se davvero abbiamo scoperto il bosone di Higgs. La nostra e' una generazione di fisici davvero fortunata. Immaginate di avere un sogno e di inseguirlo per venti anni; immaginate di lavorare come forsennati ad una impresa che, sulle prime, tutti considerano follia pura. Poi, quando tutti gia' davano per scontato che la teoria fosse sbagliata, e che si dovesse cominciare a pensare a meccanismi diversi per dare massa alle particelle elementari, d' improvviso scopri che nei dati sta succedendo qualcosa.

Mi riesce difficile trasmettervi in poche parole le emozioni vissute nei sette mesi che hanno cambiato per sempre la nostra fisica. Dal Dicembre 2011 quando abbiamo cominciato ad intravedere nei dati i primi segnali della presenza del bosone di Higgs, al Luglio 2012 quando l'evidenza sperimentale e' diventata cosi' robusta che e' stato possibile annunciare al mondo la scoperta.

Mi piace ricordare il ruolo che hanno giocato nella scoperta le centinaia di giovani studenti e ricercatori che si sono gettati nella mischia con l'entusiasmo e la passione che solo i giovani sono in grado di sprigionare. Non dimentichero' mai la luce che brillava nei loro occhi, durante le riunioni, quando si discuteva criticamente dei risultati. Quello sguardo febbrile di passione, quasi di eccitazione, quando il segnale intorno a 125GeV sembrava rafforzarsi e quello sguardo inquieto, che nascondeva paura e spirito critico ogni volta che si identificavano possibili punti deboli nelle analisi o ci si convinceva
che ancora c'erano errori sistematici non ben capiti.

Fare il fisico e' un mestiere privilegiato perche' permette di coltivare la propria passione per la conoscenza condividendola con alcune fra le menti piu' brillanti del pianeta. E quando questo porta ad un avanzamento della conoscenza, ad una nuova scoperta (ma capita di rado) o semplicemente ad una nuova misura fatta bene (cosa che e' piu' frequente) la soddisfazione che se ne ricava rende giustizia degli anni di lavoro, della routine giornaliera, dei periodi in cui sembra non succedere nulla, della grande fatica che richiede un mestiere che e' certamente esigente con tutti, sempre.

E' vero che oggi, per un giovane che voglia intraprendere questa professione ci sono molti problemi. C'e' troppo precariato e talvolta non sono i piu' meritevoli ad essere premiati. Troppi giovani brillanti sono costretti a lasciare l'Italia perche' non vengono offerte loro prospettive serie di occupazione.

E tuttavia, tuttora, alcune delle nostre universita' sono fra le migliori al mondo. Il nostro sistema di ricerca per la fisica delle
particelle e' eccellente. La tradizione che il nostro paese ha nella fisica delle alte energie non ha eguali in paesi delle nostre dimensioni. Per questo vi invito ad avere coraggio e fiducia in voi stessi ed a lasciarvi guidare dalla passione. So che, se lo farete, non ve ne pentirete, mai.

Un caro saluto
Guido Tonelli

Professore Ordinario di Fisica Sperimentale Università di Pisa
Responsabile Esperimento CMS al CERN nel 2010-2011
Co-assegnatario del Fundamental Physics Prize 2013 per la
scoperta del Bosone di Higgs
Ultima modifica: 31/03/2015 17:24 da .

Si prega Accedi a partecipare alla conversazione.

Tempo creazione pagina: 0.640 secondi